Pubblicato in: 2018, Humor, Kindle - letture digitali., Narrativa, Sentimenti, Sociale, Spin-Off

Laura non è di certo un disastro: tutto il contrario!

«Quando ti rendi conto che la vita è un attimo, inizi a sperare che quell’attimo duri per sempre».

Mentre riordino il mio studio, mi ritrovo per le mani quell’assurdo diario iniziato una vita fa. La tentazione di pareggiare i conti col mio passato è forte e alla fine cedo, impugno la penna e…

Giovedì 7 dicembre

Caro diario,
Chi sta meglio di me ed Eli?
Domani partiremo per una splendida vacanza sulla neve, e io non vedo l’ora.
Quest’anno insieme…

Sto per aggiungere qualche altra riga, ma Eli compare sulla porta e mi esorta ad andare a riposare almeno qualche ora prima della partenza. Tra il diario ed Eli, sceglierò sempre Eli per ovvie ragioni, per cui getto il vecchio quaderno sulla scrivania e afferro la sua mano.

Lunedì 11 dicembre

Caro diario,
mi sa che porti un po’ sfiga, non ti si può davvero dire niente!
DI-SÀ-STRO.
Definizione: 
Sciagura, calamità, vasto evento avverso, e sue conseguenze.
Derivato di astro, col prefisso dis– peggiorativo. Cattiva stella. 

Otto lettere, tre sillabe, dettagli insignificanti, piccole cose che possono cambiarti e capovolgerti la vita.
Perché il disastro sta all’amore, come io sto a Eli.
Non avete capito niente? Figurarsi io.
Be’, capirete.

Ci sono coppie che vivono felici tutta la vita, alcune di loro si cornificano, altre sono sincere; ci sono anche coppie che non si creeranno mai perché la sfiga non ha mai limiti; ci sono coppie che si rompono e come inseparabili si lasciano andare nell’oblio, coppie malate che si lasciano e si riprendono all’infinito… e poi ci sono Cat ed Eli (si legge Ilai ^^), loro fanno parte delle coppie allucinanti e Laura Rocca vi spiegherà il perché in questo bellissimo e straziante (non sempre) spin-off.

Ritrovare questi due personaggi, conosciuti in questo volume –La scoperta del vero amore-, libro davvero eccezionale, come tutti quelli di Laura Rocca, è stato come rivedere dei vecchi e amati amici. Leggere un po’ della loro quotidianità ha fatto bene al mio ego da lettrice, almeno sino a quando il loro cronometro del #chebellocrearsicasini si è nuovamente attivato! Così anziché godersi il loro primo Natale insieme, dopo i patimenti vissuti nel libro precedente, si feriscono e si dilaniano l’anima nel loro gorgo degli equivoci. Indubbiamente il finale sarà al sapore di cioccolato è ovvio, come potrebbe essere diversamente, ma per arrivarci vi sfido a non farvi un bel pianto nella scena clou, quella più ironica e dolorosa del libro. Che poi Laura me lo deve spiegare come ha fatto a realizzare una scena così estrema, da entrambi i lati (tragedia e ironia), fatto sta che (per infliggermi più dolore) me la son letta due volte, anche per capirne i meccanismi.

Non mi stancherò mai, MAI, di asserire che Laura Rocca ha un modo unico di scrivere e porre trama e concetti, l’abilità che mostra, le riflessioni che emergono dalle sue storie. Confermo ciò che una lettrice ha detto di lei: se un  libro è firmato Laura Rocca ormai posso acquistarlo a occhi chiusi.

 

Annunci
Pubblicato in: 2016, Fantasy, Kindle - letture digitali., Spin-Off

“Esame superato” per Aidan (spin off)

vampire woman with stage makeup

Il fuoco è il mio elemento, la rabbia verso i miei nemici quello che mi spinge ad andare avanti, il coraggio ciò che fa di me uno dei guerrieri più forti tra i custodi degli elementi.
Non ho paura del dolore, ne ho già conosciuto troppo; non temo la morte, è già venuta a farmi visita molti anni fa e non mi ha avuto per un soffio; il mio cuore è di ghiaccio e nulla lo ha mai scalfito.
Poi è arrivata lei.
Ho percepito emozioni che non conoscevo, provato sentimenti di cui non sapevo l’esistenza; sono cambiato. Allora mi è stato portato via tutto. Di nuovo.
Come potrò vivere per sempre sapendo che non sarò mai degno dell’unica persona che abbia mai amato?

Attenzione: se leggerete questa recensione senza aver letto il primo volume di Laura Rocca, subirete degli spoiler.

Dopo l’esordio di Laura Rocca con l’opera ‘Le Cronistorie degli Elementi’ ho decretato che (parere personale) Aidan non mi piace. Dimostrando ancora una volta il mio essere Outsider non c’è stato verso di farmelo piacere, nonostante il folto gruppo incontrato sul mio cammino virtuale, che invece patteggia per lui, io sono rimasta sulle mie convinzioni.
Al contrario invece, dopo alcuni intoppi ‘tecnici’ personali, ho capito che, la saga delle Cronistorie ha un potenziale enorme, adoro la narrazione globale di questa serie, quindi, quando è uscito Aidan ero sì felice di avere nuovamente qualcosa tra le mani che mi riportasse in quelle atmosfere, ma di contro avevo paura. Sì, paura di annoiarmi a morte con la monotonia di Aidan, che per una buona parte c’è stata eh (sempre parere personale), ma durante la lettura è cambiato qualcosa: le parole che mi avevano detto riguardanti questo personaggio hanno preso un significato ben preciso.
Nelle Cronistorie Aidan è stato (ovviamente) trattato a livello marginale e quello che reputavo noioso, nello spin off a lui dedicato invece è diventato struggente, devastante, doloroso, faticoso!
Una lotta feroce con i propri sentimenti! Celine rimarrà sempre la mia preferita, ma lei non è nata e cresciuta dentro quel popolo, a differenza di Aidan, che ha perfettamente a mente il valore che la sua persona ha: il risveglio di un essere che ormai si considerava fosse solo un mito.

Quindi per quanto Aidan abbia scoperto l’amore vero e per quanto sconvolgenti siano le sensazioni provate con lei, non metterà mai Celine prima del futuro del suo popolo. In questo libro è tutto molto più chiaro. L’idea della Rocca di scriverlo è stata ottima!
Di contro (o forse perché sono un’affamata lettrice come voi), posso dire che avrei voluto pari passo tutto il punto di vista di Aidan, ma Signori e Signore, siamo realisti: si tratta pur sempre di uno spin off!
Il libro è strutturato in flash back e, per alcune scene la resa è davvero ottima, pigramente mi sono chiesta come sarebbe stato in prima persona.
Chissà quale sarà il prossimo personaggio ad essere approfondito in uno spin off….

Vediamo un po’, che altro possiamo dire? Per esempio che ne pensate della chicca che ci ha regalato l’Autrice? L’inizio del secondo libro? Perché Laura Rocca è una che ci sa fare, sa come incatenare i suoi lettori.
Ci ho messo solo una notte per decidere che mi sarei fatta del male e avrei letto questo cammeo e così adesso sono nella vostra stessa situazione: quando uscirà il secondo volume delle Cronistorie? Non posso aspettare!
Non dimenticatevi di provare l’originale ricetta contenuta nel libro, personalizzata e dedicata ad Aidan: per quanto mi riguarda, la proverò quanto prima e ve lo dimostrerò con foto e cucchiaini!