Pubblicato in: 2016, Fantasy, Kindle - letture digitali., Saga

Pochi difetti, tanti pregi ;)


il-regno-dellariaCeline è convinta di essere una ragazza insignificante e invisibile, ma il destino ha in serbo altri piani per lei: non solo scopre un mondo di cui non conosceva l’esistenza, ma ne è persino a capo. Purtroppo questo dono inaspettato le preclude l’amore dell’unico ragazzo che le abbia mai fatto battere il cuore in diciotto anni. La profezia, infatti, lega il suo destino a quello dell’altro Prescelto, e il suo amato Aidan è irremovibile: non infrangerà le loro leggi perché non vuole esporla ad alcun pericolo.
Celine non può crogiolarsi nel dolore, non ha più tempo. I nemici stanno colpendo duramente i Quattro Regni, Fàs ha deciso di attaccare e il popolo si sente talmente abbandonato da aver perso ogni speranza. Le protezioni attorno al Regno dell’Aria stanno cedendo e, mentre il male si avvicina, Celine deve ritrovare la Lama d’Aria, dispersa da quasi vent’anni. La sopravvivenza del Regno dipende dalla riuscita della sua missione. L’unica possibilità di salvezza è nelle sue mani.
Alla scoperta di un mondo nuovo, immerso tra i ghiacci della Finlandia, Celine si appresta a sciogliere le fila di un antico mistero.

In questa recensione si discuteranno avvenimenti svolti nel libro primo e nello spin-off Aidan. Se non hai letto questi libri ti chiediamo, per la salvaguardia delle tue letture, di evitare questo post, grazie.

E’ rara, per me, la lettura di un libro a poche ore/giorni dall’uscita/acquisto, soprattutto se fa parte di una saga che mi interessa: e questo è il caso. Stiamo parlando dell’esalogia (si spera che aumenti, però) intitolata ‘Le Cronistorie degli Elementi‘, firmata da Laura Rocca (pseudonimo su FB: Lexla Laura).

Guarda su Amazon
Recensioni qui al blog Il mondo che non vedi – Aidan

Tutt’oggi mi domando (con amarezza) come mai quest’Autrice di talento non sia ancora stata adocchiata da una CE (Casa Editrice) con le contropalle, forse la verità è che non esistono più?

Come in tutte le saghe parlare dei volumi a seguire non è tanto semplice, ma al libro secondo siamo ancora in fase libera; a dir la verità il titolo della recensione non rispecchia la realtà dei miei pensieri: i pochi difetti sarebbero i refusi trovati che, sfortunatamente, sono capitati solo a me, in quanto il mio Kindle fa le bizze con la sovrascrizione dei file, ma pazienza!

La trama è poco scontata ed è difficile intuire chi sarà il perno della rovina (il traditore insomma) nella molto ben descritta situazione politica, a cavallo tra Gallaibh (la capitale dei Custodi) e il primo luogo da riportare allo stato florido di un tempo: Il Regno dell’Aria.
Celine era nessuno per poi essere scovata da un guerriero dei Custodi di nome Aidan. Celine era una di loro e la ricerca di come una custode possa essersi trovata e cresciuta nel mondo degli umani è stata quasi una priorità. L’amore tra i due è esploso al primo sguardo, ma Celine aveva poteri un pò più grandi di un semplice Laoch, proprio da lì sono purtroppo cominciate le difficoltà, perchè Celine si scopre Regina del popolo dei Custodi: è una figlia della Luce!

In questo nuovo libro vi sono nuovi personaggi e non tutti possono risultarci simpatici, come in tutte le letture (io ho mal sopportato le gemelle). Non sono un’esperta nel settore, nè una critica letteraria, ma non mi pare ci siano discrepanze tecniche in questo libro: Laura Rocca è un’Autrice sin troppo precisa in questo senso e, come più volte ha dichiarato lei stessa, prima di lanciare i libri, si è premunita di fare schede e riassunti ben precisi, che nulla lasciano al caso. Ha persino provveduto a suddividere ‘la polpa’ della saga in modo da non deludere noi lettori.
E cari lettori, se avete già letto il libro primo e anche lo spin, sappiate che in questo capitolo Laura non sarà avara di romance e non mi riferisco solo a Celine ed Aidan: l’amore non guarda in faccia nessuno e colpisce le persone a volte in maniera comica!

Le descrizioni del luogo, le descrizioni delle cose, degli oggetti, dei vestiti, della cultura e della psicologia dei personaggi sono chiaramente frutto di ore ed ore di ricerche, le battaglie sono descritte a 360 gradi, sono appassionanti e avvincenti, anche in azioni quotidiane e nelle interazioni tra individui non manca l’originalità: Laura Rocca non butta azioni solo perchè la trama deve andare avanti, Laura Rocca racconta, trasformando ‘Le Cronistorie degli Elementi’ in un’opera godibilissima! Laura Rocca mette la maiuscola in grassetto sulla categoria ‘Made in Italy’.

Celine (la mia preferita da sempre) non ha fatto altro che evolvere, sia a livello comportamentale (relazioni sociali, politica, ecc) che su altri livelli, che vi invito a scoprire leggendo il libro.
La trama non è MAI noiosa, ci sono dei ‘fermo immagine’ fenomenali (passatemi il termine per favore), l’impatto finzione/realtà viene abbattuto e la feroce energia che inevitabilmente scorre tra Aidan e Celine raggiunge dei livelli talmente difficili da far male anche a noi che leggiamo!
Non credo di fare spoiler lanciando la teoria che lui sia un membro dei figli della luce. Sono solo una lettrice mediocre, i lettori veri sanno che le domande sono ben altre, capisco che sto parlando in seguito alla febbre del libro secondo, ma andiamo dai! Nel primo libro era già palese!
1) Come si giustificherà l’Autrice quando accadrà?
2) Accadrà per via sessuale senza ombra di dubbio oppure il compagno designato spunterà sul serio lasciandoci spiazzati?
Sono domande pesanti, che dovranno purtroppo attendere almeno la terza uscita della saga.

Ma parlare del libro secondo di Laura Rocca non è soltanto romance e politica. Lei è riuscita a portare il livello del ‘Male’ come entità, sullo stesso piano d’importanza del Bene! In alcuni tratti era talmente ‘giusto’ e ‘ovvio’ ciò che il Male stava perpetrando da sconvolgere il mio senso e farmi vacillare diverse volte… un pò come le sensazioni della mitica Storia Infinita… in certi momenti era come se mi trovassi in quel mondo, come se dovessi cedere al male. Perché non è dato a tutti essere delle ‘brave persone’!
Durante la lettura non potrete rimanere affascinati e rivalutare pensieri e opinioni su un determinato personaggio: favoloso, davvero favoloso! Mi aspetto molto tra loro, sono certa che faranno fuochi d’artificio…

In conclusione?
DA NON PERDERE
Laura Rocca entra tranquillamente nella rosa degli Autori DOC!

Annunci

Autore:

Anno '74, secondo il "personology" è l'anno dell'avventura fantasmagorica. Sono una lettrice accanita, special modo da quando posseggo il Kindle, sono anche una frequentatrice assidua dell'immenso bar di Internet. Sono pigra a ciabattara ma fortunatamente longilinea (anzi, vorrei ingrassare), non ho figli ma ho un fidanzato bambino ed un coniglio puffoso per peluche (che ovviamente tratto nel massimo rispetto) Amo fare shopping, ma solo nelle librerie, adoro andare a mangiare fuori. Amo il caldo anche se da quando vivo qui in Sicilia sta diventando troppo.. caldo e che altro dire? Scopritemi attraverso le mie recensioni, no?

7 pensieri riguardo “Pochi difetti, tanti pregi ;)

Cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...