Pubblicato in: creazioni di Sonia e Pier, La Leggenda delle Anime

Balzo nel viaggio ignoto (cap. 30 ‘La Leggenda delle Anime’)


Indice dei capitoli —-> CLICK

Balzo nel viaggio ignoto

ultime righe della puntata precedente: Si accasciò a terra e pianse, maledicendo se stessa e la sua Madre Natura che l’aveva tradita nel peggiore dei modi.
Pianse ed ogni lacrima faceva male come una lama affilata, che girava sadica, nelle sue carni.
E si sentì persa, per sempre, lì dentro.

30 – Balzo nel viaggio ignoto.

Matriarca Rowela parlò a lungo con l’ospite, pretendeva delle garanzie di sicurezza onde evitare qualsiasi scontro con la società dei Gufi Bianchi, Storm le ripeté per l’ennesima volta, che non aveva più nessun grado, ma rimase il tempo necessario a firmare della documentazione che mettesse a riparo gli Allocchi.
Annuì alla Matriarca e salutò il resto del gruppo, quando raggiunse la Civetta d’Oriente la trovò arzilla e pimpante:
«Tempo scorre veloce. Andare ora»
Storm non aspettava altro.

La luna era sgombra e la luce che emanava illuminò le due creature della notte che, all’unisono, eseguirono quell’impercettibile piegatura che segue il balzo nel vuoto, per poi guadagnare il cielo e danzare con la notte nel loro impalpabile battito di ali, e il viaggio incominciò.

La notte era piena di rumori e di cose che si muovevano, la Civetta aveva un buon ritmo, o forse era lui che doveva riabituare il suo corpo.
Il latrato di una volpe squarciò la notte, insieme all’urlo di qualche altro animale, quella volpe non sarebbe stata più un pericolo per nessuno per il resto della notte, dato che aveva appena cacciato.
Dentro di lui stava fermentando una nuova emozione, oltre quella di raggiungere presto Florya: era la gioia della vita e sebbene i muscoli cominciavano già a dolere, non gli volle dare peso e in un impeto di orgoglio spinse se stesso proiettandosi oltre la Civetta la cui risata cristallina spezzò il silenzio di quella parte di cielo.
«Dove volere andare, tu, tuo corpo no buono!»
E rise spingendo anch’essa la forza del suo volo. Storm voltò la testa per osservarla mentre lo raggiungeva e per la prima volta dopo tanto, tanto tempo un picco di felicità fece tracollare le sue emozioni e rise anche lui, rise forte e fece entrare la gioia della vita dentro di lui e d’improvviso capì perché il suo mondo gli aveva voltato le spalle e si chiese lui stesso che diamine avesse combinato e l’immensa felicità divenne anche angoscia, timore, paura.

I Gufi Bianchi si sposano coi Gufi Bianchi, così come gli Allocchi con i membri della loro specie e così via.
E Florya non era della sua specie, si domandò per la prima volta, da quando tutto era cominciato, da dove nasceva la loro pulsione e dove li avrebbe condotti. Sapeva per certo che l’amava, anche se non capiva come e sapeva che nulla cambiava tutto ciò, ma ebbe tristezza per lei.
Mandata via. Ricordò, e nonostante si sforzasse di cacciare via quella parola, essa vorticava come un cane pazzo nella sua mente: esilio! E si riempì di voglia di spaccare il mondo. Se le avessero fatto del male… non volle proseguire nei pensieri e attaccò discorso con Salyn.

[prossimo appuntamento martedì con capitolo 31: ‘Il viaggio continua’]

Annunci

Autore:

Anno '74, secondo il "personology" è l'anno dell'avventura fantasmagorica. Sono una lettrice accanita, special modo da quando posseggo il Kindle, sono anche una frequentatrice assidua dell'immenso bar di Internet. Sono pigra a ciabattara ma fortunatamente longilinea (anzi, vorrei ingrassare), non ho figli ma ho un fidanzato bambino ed un coniglio puffoso per peluche (che ovviamente tratto nel massimo rispetto) Amo fare shopping, ma solo nelle librerie, adoro andare a mangiare fuori. Amo il caldo anche se da quando vivo qui in Sicilia sta diventando troppo.. caldo e che altro dire? Scopritemi attraverso le mie recensioni, no?

8 pensieri riguardo “Balzo nel viaggio ignoto (cap. 30 ‘La Leggenda delle Anime’)

Cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...