Pubblicato in: 2015, Dark, Giallo, Kindle - letture digitali., Psico-Thriller, Sociale

L’eccitazione dello stalker!!


nella-mente-dellipnotistaTRAMA – Si chiama Erik Maria Bark ed è l’ipnotista più famoso di Svezia. È a lui che si rivolge la polizia quando un testimone è sotto shock e non parla. Adesso c’è un paziente che ha bisogno di lui: Björn è l’unico a sapere cos’è successo veramente in casa sua, cosa è accaduto a sua moglie, Susanna, e quali siano le tracce che lui stesso ha inavvertitamente cancellato. Sa tutto, ma non riesce a ricordare. E Björn deve ricordare, in fretta. Perché Susanna è solo l’ultima vittima di un killer che sta terrorizzando Stoccolma e che presto colpirà di nuovo. Il killer osserva, assedia. Filma tutto e invia il video alla polizia, come per sfidare le forze dell’ordine. Poi entra in casa, insegue le vittime stanza dopo stanza, e uccide. Perché è la morte in persona, e ha la certezza di essere inafferrabile. Erik Maria Bark è l’unica persona in grado di scovare, nella mente di Björn, degli indizi che permettano di fermare la strage. Quello che Erik non sa è che durante l’ipnosi emergeranno dei dettagli che lo riguardano. Dettagli del suo passato. Dettagli incriminanti. Quello che Erik non sa è che l’unica persona che si fidava di lui, l’unico poliziotto capace di raccogliere la sfida del killer, non può più aiutarlo. Il poliziotto si chiama Joona Linna ed è scomparso nel nulla da un anno. È stato dichiarato morto dalle autorità. E l’ipnotista deve affrontare da solo l’orrore che si annida nella sua stessa mente.

Ho letto ‘L’ipnotista’ proprio nel corso di questo mio primo anno in Sicilia (sono arrivata il 23 maggio 2014), un bel volume devo dire, trovato nella biblioteca di Courmayeur quando ancora ero su in Valle, spedito qui a Piazza Armerina e poi letto e devo dire dietro lo pseudonimo di Lars Kepler (che sono marito e moglie) si trova un lavoro abbastanza appetibile, non eccelso eh, ma godibile. Trovando poi ‘Nella mente dell’ipnotista’ tra i titoli di Amazon è normale che la mia curiosità si sveglia..
Premettiamo che è un bel papiro, mentre ne parlavo e commentavo con Pier, sul fatto che lo trovavo un po’ lunghetto e brodoso, lui mi ha gentilmente espresso il parere che quando il lettore percepisce questa sensazione è sintomo del fatto che la trama principale è già stata eviscerata tutta e ci cerca di farla andare avanti raschiando il fondo del barile e, tutto sommato, in questo caso specifico, non gli do nemmeno così torto… e se poi ad un certo punto, mentre leggevo mi è venuto in mente anche lo stile narrativo e il marchio di fabbrica tipico di Dan Brown non posso che avvalorare questa teoria…. ma…. e c’è sempre un ma, quando ormai sei alle cozze e prosegui la lettura per forza d’inerzia, quasi annoiato e ti trovi la soluzione li, tra una riga e l’altra e senza preavviso ti sbattono in faccia gli indizi principali ed un nome non si può che rimanere letteralmente a bocca aperta e allora il discorso cambia e cambia anche la marcia di lettura, premendo anche il bottone del NOS e via sino al finale, sudato e patito, fino all’ultima goccia di sudore.

Diciamo i pro e contro però: da una parte l’avventura, le infinite indagini sfiancanti che portano un po’ dappertutto tranne che dove si doveva guardare e poi alla tanto desiderata vendetta che è il perno di questa lettura, dall’altra parte, con qualche calcolo mentale ci si rende tranquillamente conto che per tutto il volume sono disseminate licenze poetiche a profusione, ovvero situazioni con così tante variabili, che riescono ad andare comunque come ‘vuole’ l’assassino, e certe scene sono davvero troppo da digerire, ma le ho prese con un sorriso. Quasi come andare a fare la spesa col supermercato vuoto, senza nessuno che ti urta, senza bambini dalla voce così acuta da tramortirti i timpani e senza furbetti alle casse che ti guardano con aria strafottente, insomma capito no?
Al di la di queste cavolatine, anche se comunque è un argomento importante ai fini di un libro ‘serio’, direi che è una lettura godibile, un tantinello più alta del mediocre, certo, ci va un filino d’impegno per arrivare a quel circa 70% di lettura (versione e-reader) per godere dell’esplosione di tutta la faccenda e finire il libro in un soffio.
Inoltre il finale fa riflettere moltissimo e secondo me cambierà il vostro modo di passare le giornate quotidiane!!
Provatelo e se non conoscete Eric Maria Bark vi conviene prima leggere l’ipnotista —> click

Annunci

Autore:

Anno '74, secondo il "personology" è l'anno dell'avventura fantasmagorica. Sono una lettrice accanita, special modo da quando posseggo il Kindle, sono anche una frequentatrice assidua dell'immenso bar di Internet. Sono pigra a ciabattara ma fortunatamente longilinea (anzi, vorrei ingrassare), non ho figli ma ho un fidanzato bambino ed un coniglio puffoso per peluche (che ovviamente tratto nel massimo rispetto) Amo fare shopping, ma solo nelle librerie, adoro andare a mangiare fuori. Amo il caldo anche se da quando vivo qui in Sicilia sta diventando troppo.. caldo e che altro dire? Scopritemi attraverso le mie recensioni, no?

15 pensieri riguardo “L’eccitazione dello stalker!!

  1. Cara Sonia come sempre adoro leggere le tue recensioni… non conosco Eric Maria Bark, quindi seguirò il tuo consiglio e prima di questo leggerò l’ipnotista. Anche se non so quando, ma primo o poi tornerò a leggere nei ritmi giusti ^_^
    Grazie ancora e buona serata cara *_*

    Liked by 1 persona

  2. Mi piace molto la trama, ed anche la tua recensione, ma mi chiedo se è bello davvero. Ho scoperto che gli autori nordici non mi piacciono molto.
    Ho preso un libro di Nesbo, gasatissima, e l’ho finito per forza, brutta la trama reale, rispetto alla quarta di copertina, brutto il modo in cui era scritto. Destabilizzante, saltava di palo in frasca anche di 30 anni di tempo. Insomma spero non sia uno stile che li accomuna.
    Hai mai letto Nesbo? sono simili?

    Liked by 1 persona

    1. Alùr, mai letto Jo Nesbo, ma sono appena uscita da Amazon ed ho visto che ci sono parecchi titoli, ad ogni modo non mi arrischio di consigliarti di provare, perchè alla fine il mio attuale Autore preferito è Wulf Dorn —> https://solo1altrariga.wordpress.com/category/autori-autrici/wulf-dorn/
      Ad ogni modo se hai delle riserve allora forse è meglio che salti il primo libro, perchè è molto meno bello del secondo! Sempre a parer mo eh ^___^

      Liked by 1 persona

  3. Dovendo fare un regalo alla mia fidanzata, questo è stato uno dei consigli che mi hanno dato. Ma da quello che leggo, è stato meglio che ho scelto altro. Alla fine ho puntato sull’italiano Donato Carrisi ed il suo ultimo libro “Il cacciatore del buio”. Speriamo di aver fatto una buona scelta.

    Liked by 1 persona

      1. Io i Fantasy non riesco a leggerli faccio fatica a dividermi nei vari mondi non so come mai, poi i thriller di tutti i tipi e i romanzi rosa e la narrativa, amo poi tutti i libri per bambini da 0 anni in poi, quelli con le illustrazioni mi fanno impazzire 🙂

        Liked by 1 persona

  4. Per una volta non siamo d’accordo, io ho adorato questo libro eppure di thriller ne divoro a volontà! Lars Kepler non smette mai di stupirmi, Wulf invece per me ha arrancato nelle ultime storie, ma in ogni caso restano i miei due autori preferiti del genere e aspetto con ansia le nuove uscite!

    Liked by 1 persona

    1. Di sicuro è stato meglio questo del primo, almeno sono certi punti di vista per me importanti, a livello di trama e di coinvolgimento bellissimi tutti e due, pensa che ieri ho affittato il film del primo (finalmente eh?), pome dopo il sonnellino ce lo guardiamo!!

      Mi piace

Cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...