Pubblicato in: 2015, Fantasy, Kindle - letture digitali., Trilogia

Saltelli nel tempo per questo primo libro.


bookrepublic-itTRAMA – È la notte di Natale e Kate avrebbe voluto rimanere sveglia, ma i suoi occhi di bambina alla fine si sono arresi al sonno. Sono le mani di sua madre a scuoterla e svegliarla di colpo: sta succedendo qualcosa, qualcosa di brutto. Kate ha solo quattro anni, suo fratello Michael due, Emma è appena nata. Questa è l’ultima volta in cui vedranno i loro genitori. Dieci anni e moltissimi orfanotrofi dopo, i tre fratelli si imbarcano per quello che pare sia l’ultimo istituto disposto ad accoglierli: Cambridge Falls. Ma quando arrivano nella enorme casa tutta sbilenca, piena di torri, sotterranei e sale colme di bizzarrie, molte sono le domande che si affacciano alla loro mente. Come mai non ci sono altri bambini? Chi è l’enigmatico dottor Pym, il direttore di quello strano orfanotrofio? E soprattutto, cos’è quell’inquietante libro dalle pagine bianche e dalla copertina verde che sembra brillare di luce propria nel buio della camera segreta? Questa è la storia di Kate, che da sempre si prende cura dei fratelli, aggrappandosi alla disperata certezza che un giorno i suoi genitori torneranno a prenderli, ed è la storia di Michael e della sua passione per le storie fantastiche, e della piccola Emma, che sembra temere solo una cosa: perdere i suoi fratelli. È la storia di tre ragazzi inseguiti da un potere oscuro e minaccioso e del libro che cambierà per sempre il loro destino.

La causa scatenante della febbre da lettura provata per questo libro, è dovuta principalmente alla bruciante curiosità di capire, come mai, questi bambini, sono stati prelevati nel cuore della notte (con tanto di consenso dei genitori in lacrime) e portati via in fretta e furia da un misterioso individuo? (tra l’altro nella notte di Natale).

Quindi, dopo questo prologo sconcertante, ci ritroviamo dieci anni dopo davanti ad uno scenario piuttosto dubbio: perché, per questi bambini non è stata riservata una sorte migliore, rispetto a orfanotrofi a ripetizioni, con brutte direttrici e poco riscaldati?
Visto che, è stata tanta la pena e il sacrificio di separare figli dai genitori (cambiando loro anche il cognome) perché non si sono sprecati un po’ di più per preservargli un po’ la vita? Bè, questo è uno dei miei primi interrogativi, quello che definisco una forzatura per “biasimare” ulteriormente lo scenario.

La dinamica della trama è un po’, come dire, ‘singolare’, ma bisogna finire il libro per capire che non è stato fatto a caso. Tra l’altro (anche se di solito non lo faccio) sono andata a curiosare un po’ di recensioni in giro, scoprendo che anche altri lettori hanno avuto la mia stessa impressione, addirittura una ragazza si chiedeva come poteva questo libro, a suo dire un fritto misto di titoli già noti, ad attrarre ed incatenare così il lettore?!
Personalmente ci ho visto solo lo scheletro narrativo della saga ‘Il leone, la strega e l’armadio’, dove in una dura realtà, una vita fredda e piena di sacrifici, la magia del Fantasy irrompe prorompente portando i protagonisti in luoghi magici, con tanto di creature tipiche. Bé sì, è vero, il termine di questo primo libro è anche un po’ in stile finale di ‘The Labyrinth’, pieno di amici, musica e stelle filanti, ma tutto sommato mi unisco al pensiero di quella lettrice la quale diceva che nonostante tutto c’è tanta carne al fuoco, e il desiderio di sapere come proseguiranno le avventure è molto più forte di queste presunte scopiazzature.

Kate, Michael ed Emma sono i tre protagonisti, peraltro descritti molto, molto bene, con una netta differenza nella loro personalità, tuttavia uniti profondamente dal senso famigliare, coltivato con sacrificio e dedizione dalla sorella maggiore Kate.

Ovviamente ognuno percepisce le proprie letture in modo del tutto personale e, nella mia personale visione ci sono un paio di cose che mi stonano, come la cattivaccia di questo primo volume, o anche il rapporto che si viene a creare tra Emma (bambinetta) ed un personaggio chiave del libro, che è un uomo adulto, mbà, si vedrà nel prossimo volume…
2° volume – L’atlante di fuoco.
3° volume – L’atlante di tenebra.

In sostanza reputo questo libro una buonissima lettura per ogni età, a tutti gli amanti del Fantasy s’intende!

Annunci

Autore:

Anno '74, secondo il "personology" è l'anno dell'avventura fantasmagorica. Sono una lettrice accanita, special modo da quando posseggo il Kindle, sono anche una frequentatrice assidua dell'immenso bar di Internet. Sono pigra a ciabattara ma fortunatamente longilinea (anzi, vorrei ingrassare), non ho figli ma ho un fidanzato bambino ed un coniglio puffoso per peluche (che ovviamente tratto nel massimo rispetto) Amo fare shopping, ma solo nelle librerie, adoro andare a mangiare fuori. Amo il caldo anche se da quando vivo qui in Sicilia sta diventando troppo.. caldo e che altro dire? Scopritemi attraverso le mie recensioni, no?

3 pensieri riguardo “Saltelli nel tempo per questo primo libro.

Cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...