Pubblicato in: 2015, Bambini, Fantasy

Riti di passaggio.


TRAartiglioCopMA – Varjak Paw, discendente di una famiglia di Gatti Blu della Mesopotamia, è da sempre curioso di scoprire cosa c’è fuori: fuori dalla villa della Contessa dove vive e dove lui e i suoi sono nati e cresciuti, senza mai nemmeno uscire in giardino, così come si addice ai gatti nobili. Ma un giorno la Contessa muore e la casa finisce nelle mani di un sinistro Gentiluomo accompagnato da due ancor più inquietanti felini neri che si muovono come automi. È giunto per Varjak il momento di varcare la soglia, per cercare aiuto in città.

Molti di noi hanno a cuore un film o un libro in particolare che narrano più o meno brillantemente il percorso o rito di passaggio dall’adolescenza all’età adulta, non mi metto ad elencarne, sarebbe inutile, ce ne sono davvero molti.
SF Said, l’Autore di questo libro viene descritto come esperto di politica mediorientale e specializzato in criminologia, quindi non è strano dubitare della lettura che si ha davanti, no? Tuttavia, le illustrazioni di Dave McKean (lo stesso illustratore di Coraline) mi hanno invogliato ad iniziarlo e mi sono ritrovata in una storia fuori dai soliti cliché.
Nell’abbondante Famiglia Paw, c’è anche Varjak, il cui spirito ‘ribelle’ lo porta ad avere diversi contrasti con i suoi famigliari. Nella Villa in cima alla collina, la famiglia Paw, nobilissimi Gatti Blu di Mesopotamia (in realtà questa razza non esiste, bensì esiste il Blu di Russia, andatevi a sbirciare la scheda wiki per quanto riguarda il somigliante Certosino), da sempre accuditi da una Contessa, che da tempo non gioca più con loro, limitandosi a scendere solo per dargli da mangiare, purtroppo è molto malata, fino a quando zap.
La famiglia Paw è accecata da anni di vita borghese e non si rende conto che quando subentra un certo ‘Gentiluomo’ le cose si mettono decisamente male e quando tutto precipita Nonno Paw accenna ad una Via da seguire e la mette nelle zampe di Varjak che non ha tempo di pensare ma solo di fuggire oltre l’immenso muro prima che quei due strani gatti neri uccidano anche lui.
L’intero libro può essere visto anche come una favoletta per bimbi, è pieno di simbolismi, è pieno di belle idee, oltre che di disegni che entrano nel cuore.
La stessa scalata del gattino che arriva al confine tra due mondi entra dentro con un moto selvaggio di vittoria.
Così Varjak si trova in un mondo pieno di pericoli che mai aveva nemmeno immaginato, conosce l’amicizia, affronta la gavetta della crescita, prendendole e imparando, mentre di notte incontra Jalal Paw, il loro antenato, e gli insegna i sette livelli della Via.
Il finale non manca di originalità, ponendoci di fronte ad un orrore osceno, un crimine che Varjak dovrà affrontare, con i suoi nuovi amici, per giungere ad un the end di serenità e di profondo mutamento.
«Ognuno è come crede di essere», questo professava Jalal Paw.
Un libro che si finisce in nemmeno tre giorni, mi ha regalato emozioni forti e semplici che non provavo da molto tempo!

Annunci

Autore:

Anno '74, secondo il "personology" è l'anno dell'avventura fantasmagorica. Sono una lettrice accanita, special modo da quando posseggo il Kindle, sono anche una frequentatrice assidua dell'immenso bar di Internet. Sono pigra a ciabattara ma fortunatamente longilinea (anzi, vorrei ingrassare), non ho figli ma ho un fidanzato bambino ed un coniglio puffoso per peluche (che ovviamente tratto nel massimo rispetto) Amo fare shopping, ma solo nelle librerie, adoro andare a mangiare fuori. Amo il caldo anche se da quando vivo qui in Sicilia sta diventando troppo.. caldo e che altro dire? Scopritemi attraverso le mie recensioni, no?

Cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...