Pubblicato in: 2014, Fantasy, Sociale, Trilogia

Non è MAI stata una marionetta! (vol.3)


Il-canto-della-rivolta-cover-665x1024TRAMA – Fortunosamente riuscita a fuggire dagli ultimi Hunger Games (che vedevano come concorrenti i vincitori dei precedenti Hunger Games) Katniss ha riincontrato Gale ed è venuta a sapere dell’attacco mortale che Capitol City ha scatenato contro il Distretto 12 (il suo) allo scopo di sedare le rivolte scoppiate ormai in tutta Panem. La giovane, ancora scossa dalla sparizione di Peeta (si pensa sia stato catturato e che sia sotto tortura o peggio morto), scopre che il ribelle Distretto 13, da lungo tempo dato per distrutto è invece vivo e vegeto e da 75 anni progetta di sconfiggere Capitol City, responsabile del suo tentativo di annientamento. Decisa a distruggere il suo acerrimo nemico, il luciferino presidente Snow…..

Con questo capitolo conclusivo, l’Autrice ci dice chiaramente che ha avuto l’idea della trilogia facendo zapping in tv tra reality show e documentari sulla guerra, ed io credo che questi libri andrebbero dati come materiale scolastico. In un mondo di tecnologia con ragazzi che vanno allo sbando è un buon monito! Ora soffro di distacco da mondo di carta, ma sono comunque felice di essere arrivata a quella che è ‘la fine’. Quelli che avevano aspettative sincere nei confronti di Katniss Everdeen erano le persone semplici come Haymitch, e lei alla fine ha fatto quello che le diceva il cuore, senza preoccuparsi delle conseguenze. La distinzione tra i tre libri è assai affascinante, perchè nel primo abbiamo l’impatto della novità, quella che ci schifa e ci fa impressione (ma noi continueremo la lettura da bravi libro-dipendenti) e quindi i primi giochi. Poi nel secondo abbiamo le conseguenze dell’esito di quei giochi e le prime, evidenti manovre politiche. Infine ci troviamo catapultati dentro la guerra. Credo che sia difficile trovare dei reali reduci di guerra che abbiamo affrontato questi libri (mai dire mai però eh) e io stessa non lo sono e non so nemmeno quanto abbia studiato l’Autrice stessa ma le privazioni, gli shock fisici e mentali, il fetido sporco e il terrore mozza-respiro che troviamo tra i soldati che avanzano in un campo dall’alto potenziale mortale sono ingredienti sufficienti per farsela addosso. Questa è la guerra con cui Suzanne Collins faceva zapping. E faceva anche zapping su reality show, ingrediente che secondo me ha davvero dosato con maestria. Tutte le azioni (costruite o spontanee) erano (quasi) sempre catturate da video camere. La parte televisiva, i media, è sempre stata fondamentale per questo ‘Regno di Panem’. Bisognava costruire e montare video, infilarsi nei canali governativi, sommuovere le genti e ravvivarle con il fuoco della Ghiandaia Imitatrice. E’ stata una lettura abbastanza impegnativa e cercavo di leggere il meno possibile, ma tanto alla fine ci dovevo arrivare. Alcuni amici di questo blog mi hanno fatto intendere che questo terzo volume non valesse molto, per fortuna posso contare sul mio giudizio atipico (o forse semplicemente accetto il ‘volere’ dell’Autrice) e sono riuscita a riempirmi il cuore con un finale che è meglio di quanto sperassi. Mi ritengo soddisfatta!! E lo straconsiglio!

Annunci

Autore:

Anno '74, secondo il "personology" è l'anno dell'avventura fantasmagorica. Sono una lettrice accanita, special modo da quando posseggo il Kindle, sono anche una frequentatrice assidua dell'immenso bar di Internet. Sono pigra a ciabattara ma fortunatamente longilinea (anzi, vorrei ingrassare), non ho figli ma ho un fidanzato bambino ed un coniglio puffoso per peluche (che ovviamente tratto nel massimo rispetto) Amo fare shopping, ma solo nelle librerie, adoro andare a mangiare fuori. Amo il caldo anche se da quando vivo qui in Sicilia sta diventando troppo.. caldo e che altro dire? Scopritemi attraverso le mie recensioni, no?

11 pensieri riguardo “Non è MAI stata una marionetta! (vol.3)

  1. Per adesso ho letto solo il primo capitolo di questa saga… Sarà perchè adoro sia la Lawrence che Josh Hutcherson, ma per il secondo capitolo mi sono limitata per ora a vedere il film (bellissimo)! Probabilmente recupererò prima dell’uscita dell’ultimo film 😉
    Comunque rimane una storia avvincente, piena di colpi di scena e da quel che ricordo (l’ho letto parecchio tempo fa) anche ben scritta 😀

    Liked by 1 persona

    1. Di solito guarda, mi faccio durare le trilogie abbastanza a lungo, mettendole in bella vista e leggendole dopo mesi magari. Ma Hunger Games mi ha datto una bella botta in testa .)
      Ora attenderò l’ultimo film (che sarà diviso in due purtroppo)

      Mi piace

  2. Sempre precisa nelle tue recensioni:) ripeto, come detto l’altra volta, ho solamente visto i primi due film e non ho letto i libri. Mi hai messo una curiosità immensa. Correrò in libreria a comprarli!

    Liked by 1 persona

  3. Dopo aver letto la tua rece, un dubbio mi perplime: ma non è che tutta sta rivoluzione era stata pure pianificata per provocare uno “sfoltimento” nella popolazione troppo numerosa per i gusti dei caporioni di Capitol City…? :O

    Liked by 1 persona

  4. A differenza dei primi due capitoli, che sono molto più movimentati, io questo terzo l’ho trovato riflessivo. Per quanto si trovino nel pieno della guerra, la nostra eroina si trova a dover fare i conti con se stessa e con un mondo che cerca di usare la sua immagine, e nient’altro.
    Quanto tutto questo è diverso da ciò che faceva Capitol City?

    Liked by 1 persona

  5. Dalle tue belle recensioni e riflessioni mi sembra una trilogia da leggere con attenzione, ricca di spunti e per niente superficiale. Mi hai incuriosita e nonostante non sia il mio genere la metterò tra i libri da leggere.. Un bacione!

    Liked by 1 persona

Cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...