Pubblicato in: 2009, Fantasy

Una storia sui Vampiri senza Twilight!


P.Boni___Black_Angel_1TRAMA – Paola aveva sempre sentito di essere diversa. A dargliene la conferma sarà Lucas, affascinante e potente Lord della comunità di vampiri da secoli stabilitasi nella città di Roma. Spaventata da quell’essere che promette di svelarle l’oscuro segreto nascosto dentro di lei, segreto che potrebbe mettere in pericolo la sua stessa vita, Paola tenterà di opporsi con decisione a ogni suo tentativo di seduzione. Ma quando dal passato di Lucas emergerà un antico rivale, nel mezzo di una guerra per la supremazia capirà che a volte l’unica strada possibile da percorre è quella del sangue…

(libro letto il 18 ottobre 2009)

Un buon principio, con una storta di naso per aver visto che il nome della protagonista è lo stesso dell’Autrice, scelta che mi lascia perplessa e contrariata. Ma torniamo al principio del romanzo che trovo alquanto intrigante sebbene venga lampante la domanda su quanto possa essere facile compiere l’atto di ‘far rotolare una testa’. Vorrei precisare che non mi riferisco alla parte morale, ma proprio a quella ‘tecnica’.

Sfortunatamente il successo della Meyer, oltre che aver ridato i riflettori alle storie sui Vampiri, ha fatto sì che, di fronte a questo tema, scatti inevitabile il confronto. Bene. Per conto mio la prova è stata superata, perchè ho letto questa storia distaccandomi dalla saga di Twilight e ne sono davvero felice.

Il personaggio maschile era ‘il personaggio’ per eccellenza, sebbene confesso, alcune volte ho riscontrato nei suoi dialoghi parole un po’ arzigogolate, ma solo poche volte.

Non c’è stata terminologia alla Meyer, nè scenari simili, una trama affascinante che è riuscita ad inserirsi in maniera omogenea in una Roma odierna.

Legandomi hai dialoghi ho trovato molto spontanei e colorati (e quindi convincenti) quelli della protagonista femminile, mentre lei, come persona, non mi ha convinto completamente. Troppo azzardata, troppo avventata, certe scene non mi hanno convinto a pieno. Mi baso sulla vita di tutti i giorni. Paola non è una guerriera Fantasy, ma un personaggio odierno reale che viene lanciato in un mondo immaginario a lei ignoto. Trovo quindi azzardati certi suoi atteggiamenti così sfacciati. Ma questa è solo un opinione personale;

Quel che mi è piaciuto moltissimo è l’intro del personaggio femminile già formato, per poi fare uno stop e raccontare la storia di com’è successo il tutto, così come il suo finale ‘a sorpresa’ che lascia al lettore tante domande, curiosità e un sorriso compiaciuto sul volto. Una pecca enorme secondo me, si trova nell’aver tenuto all’oscuro le sorti di un personaggio!! Le cose son due:

1) L’Autrice se n’è dimenticata; 2) Ci sarà un seguito del libro; chissà, vedremo…

Per ultimo vorrei dire che non trovo idoneo inserire questo libro nella categoria ‘horror’.

Annunci

Autore:

Anno '74, secondo il "personology" è l'anno dell'avventura fantasmagorica. Sono una lettrice accanita, special modo da quando posseggo il Kindle, sono anche una frequentatrice assidua dell'immenso bar di Internet. Sono pigra a ciabattara ma fortunatamente longilinea (anzi, vorrei ingrassare), non ho figli ma ho un fidanzato bambino ed un coniglio puffoso per peluche (che ovviamente tratto nel massimo rispetto) Amo fare shopping, ma solo nelle librerie, adoro andare a mangiare fuori. Amo il caldo anche se da quando vivo qui in Sicilia sta diventando troppo.. caldo e che altro dire? Scopritemi attraverso le mie recensioni, no?

Cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...