Pubblicato in: 2010, Erotico, Fantasy, Saga, Trilogia

Nel midollo della dannazione ed oltre… (1°trilogia-vol.3)


31T4MWZHkLLTRAMA – Phèdre nò Delaunay non è soltanto una delle cortigiane più ammirate di Terre D’Ange, ma anche un’abilissima spia, che in diverse occasioni ha messo a repentaglio la propria vita per proteggere il regno, e è per questo che la sua antica nemica e traditrice, Mélisande Shahrizai, si affida a lei quando suo figlio viene rapito per favorire gli oscuri intrighi di un pretendente al trono della corte angeline. Il legame ambiguo che unisce le due donne induce Phèdre ad accettare l’incarico, perché lei sa di poter contare sull’amato Joscelin, il cavaliere che conosce la sua natura di anguissette – persone che possono mescolare la sofferenza e il piacere per natura e non per costrizione – e che non è mai venuto meno alla promessa di proteggerla e servirla. Eppure Joscelin adesso deve superare una prova durissima: Phèdre infatti non hai mai dimenticato Hyacinthe, l’uomo che dieci anni prima ha rinunciato alla propria libertà per salvarle la vita, ed è decisa a superare qualunque ostacolo pur di ripagare il sacrificio dell’amico. Phèdre e Joscelin si apprestano perciò ad affrontare un lungo e insidioso viaggio, verso un potere così grande che nessuno osa nominare.

(libro letto il 5 giugno 2010)

E sono infine giunta al terzo libro della prima trilogia. Ho distribuito questi libri in 2 o 3 anni e non ricordo tutti i particolari della storia intera, anche perchè non sono proprio sottili, ma non è questo il punto!
In questo terzo volume abbiamo la storia 10 anni dopo gli intrighi di Melisande nel secondo, ricordate? ‘La Prescelta e L’Erede’. Abbiamo una Phèdre maturata ed un Joscelin più affascinante che mai. Una coppia salda, anzi, più che salda, che va al di la delle religioni così diverse l’una dall’altra.

I tempi della pace e della serenità terminano col ritorno della promessa che Phèdre fece a Hyacinthe. 10 anni passati a studiare e scavare miti e leggende per spezzare la maledizione che ha legato lo tsingano su quell’isola.
E quando Phèdre decide di partire con il preciso scopo di cercare la chiave per liberarlo s’intreccia di nuovo nelle trame di Melisande, e con essa il bambino: Imriel, il cui destino diventa nero come la pece.
Un destino in cui deciderà di tuffarsi, portando con sè un Joscelin timoroso, forse, convinto la fine tra loro giungesse con quel viaggio. Perchè quello che entrambi dovranno affrontare sarà così nero e brutto, oscuro e cattivo…
Cattivi pensieri, cattive azioni, cattive parole…
nel midollo della dannazione ed oltre…

In questa conclusiva avventura, dove sospetto che la nostra Anguisette terminerà le sue danze, i nostri protagonisti usciranno dall’inferno, è ovvio che ci usciranno, ma è il come che fa paura.

Un terzo libro scritto magistralmente, consigliato per un pubblico maturo ci apre le porte verso quello che Jacqueline Carey vorrà raccontarci di questo bambino: Imriel.

Cosa gli succederà? Se è vero che anche in lui scorre sangue di Kushiel, come affronterà la vita con le cicatrici lasciate a Darsanga?

E’ stato un libro che mi ha lasciato il segno, uno di quei libri che leggi anche camminando per strada… brava Jacqueline!!

Annunci

Autore:

Anno '74, secondo il "personology" è l'anno dell'avventura fantasmagorica. Sono una lettrice accanita, special modo da quando posseggo il Kindle, sono anche una frequentatrice assidua dell'immenso bar di Internet. Sono pigra a ciabattara ma fortunatamente longilinea (anzi, vorrei ingrassare), non ho figli ma ho un fidanzato bambino ed un coniglio puffoso per peluche (che ovviamente tratto nel massimo rispetto) Amo fare shopping, ma solo nelle librerie, adoro andare a mangiare fuori. Amo il caldo anche se da quando vivo qui in Sicilia sta diventando troppo.. caldo e che altro dire? Scopritemi attraverso le mie recensioni, no?

Cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...