Pubblicato in: 2011, Erotico, Fantasy, Saga, Trilogia

L’eredità di Darsanga… (2°trilogia-vol.1)


il_trono_e_la_stirpe_jacqueline_careyTRAMA – Rapito quand’era solo un bambino, venduto come schiavo e costretto a sopportare terribili torture, il principe Imriel de La Courcel è stato tratto in salvo e adottato da Phèdre, non soltanto un’abilissima spia, ma anche un’anguissette, cioè una persona capace di mescolare la sofferenza e il piacere per natura e non per costrizione. Una volta tornato a corte, però, Imriel non può dirsi al sicuro: benché sia il terzo in linea di successione al trono di Terre d’Ange, sono molti a volerlo morto. Temono infatti che il giovane abbia ereditato la stessa sete di potere della madre, la famigerata Mélisande Shahrizai, scomparsa senza lasciare traccia dopo aver cercato per ben due volte di usurpare il trono. Imriel però sa di non doversi difendere solo dagli intrighi di palazzo, ma anche da se stesso. Ormai adolescente, sente crescere in lui oscuri desideri, mentre il suo corpo risponde pericolosamente al dono di Phèdre… Confuso e spaventato, il giovane decide allora di partire in cerca dell’unica persona che possa aiutarlo a far chiarezza nel suo animo e, forse, anche a ritrovare sua madre: il maestro di Anafiel Delaunay, l’uomo che aveva reso Phèdre una perfetta spia. Ma, ben presto, Imriel si ritroverà a fare i conti con un mondo in cui niente è ciò che sembra, in cui l’inganno può celarsi nelle parole più innocenti, e scoprirà suo malgrado che la ricerca del vecchio mentore non è che l’inizio.

(libro letto il 4 febbraio 2011)

Se c’erano 10 stelle ne avrei messe 11. Per il semplice motivo che Jacqueline Carey ha creato un mondo Fantasy semplicemente magistrale; diciamoci la verità, non è una lettura facile e anche se questo è il primo di una trilogia (la 2 trilogia della Carey) sconsiglio vivamente di cominciare da qui. Trovate ‘il Dardo e la Rosa’ e cominciate dal principio.

Dopo aver letto l’ultimo della prima trilogia ‘La Maschera e le Tenebre’, che ha raschiato il fondo dell’essere Anguisette, in questo volume possiamo riscontrare che:
– L’Autrice è stata compassionevole perchè anche se non in prima persona abbiamo avuto i vecchi personaggi, soprattutto i più amati: Phedre e Joscelin per più di metà libro addirittura!
– L’incubo di Darsanga ha aleggiato in modo molto forte anche in questo libro, il che mi fa capire quanto nel nostro animo umano ci sia una sorta di morbosa ricerca nel male, sebbene sappiamo che non va perpetrato, una piccola parte di noi ne è tentata, proprio come lei, l’Anguisette. Quel regno di sesso e sangue in cui Phedre ha salvato il figlio di Melisande rimarrà sempre come monito in questa storia.

Ho amato e divorato questo libro, anche se avevo sete solo di Phedre, tuttavia il cerchio della vita, in questo caso il cerchio di Kushiel esegue le sue manovre in tono ironico. Impareremo a conoscere Imriel, terzo in linea di successione al trono. Seguiremo la sua adolescenza, resa difficile, dalla schiavitò del mahrkagir, staremo con lui fino all’età di 18 anni. Pochi giorni dopo, essendo ‘stretto nella sua stessa pelle’ deciderà di andare a Tiberium, lasciando un vuoto in Phedre e Joscelin e molta irritazione nella Regina. Scopriremo come i fili s’intreccino e sorrideremo nel leggere che tipo di trama ha scelto l’Autrice per questo giovane erede di Terre D’Ange. Cresciuto in anonimato come pastorello, rapito per scopi sessuali e salvato dalla più straordinaria cortigiana del mondo che ha gettato le basi della sottile arte dello spionaggio, Imriel, che sarà della sua vita? Kushiel… solo lui lo può sapere 🙂

Annunci

Autore:

Anno '74, secondo il "personology" è l'anno dell'avventura fantasmagorica. Sono una lettrice accanita, special modo da quando posseggo il Kindle, sono anche una frequentatrice assidua dell'immenso bar di Internet. Sono pigra a ciabattara ma fortunatamente longilinea (anzi, vorrei ingrassare), non ho figli ma ho un fidanzato bambino ed un coniglio puffoso per peluche (che ovviamente tratto nel massimo rispetto) Amo fare shopping, ma solo nelle librerie, adoro andare a mangiare fuori. Amo il caldo anche se da quando vivo qui in Sicilia sta diventando troppo.. caldo e che altro dire? Scopritemi attraverso le mie recensioni, no?

Cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...