Pubblicato in: 2013, Narrativa, Sentimenti

Una storia di dolore e amore!


una_casa_di_petali_rossi_flatTRAMA – È mattina presto quando Rakhee esce di casa, diretta all’aeroporto. Dietro di sé, lascia un uomo addormentato, un anello di fidanzamento e una lunga lettera. Ma soprattutto lascia un segreto. Un segreto che lei e la sua famiglia hanno custodito per anni. Un segreto che sembrava ormai sepolto sotto la polvere del tempo. Il segreto di Rakhee ha radici lontane ed è legato all’estate del suo primo viaggio in India, a un mondo illuminato da un sole accecante oppure annerito da cortine di pioggia, a una vecchia casa quasi troppo grande da esplorare, a cibi intensamente saporiti e colorati, a zie vestite con sari sgargianti, a cugine chiassose e ficcanaso, e a un giardino lussureggiante, nascosto dietro un alto muro di cinta… Allora Rakhee era troppo giovane per sopportare il peso della sua scoperta, ma non è mai riuscita a dimenticarla e adesso, proprio mentre la vita le regala promesse di gioia, comprende che è arrivato il momento di dire la verità, anche se ciò significa perdere tutto, compreso l’amore. Tocca a lei abbattere le mura di quel giardino che la sua famiglia ha così caparbiamente difeso. Tocca a lei trovare la chiave per aprire la casa di petali rossi… Come un prisma che riflette i colori, gli odori e i sapori delle emozioni, questo romanzo dispiega le infinite sfumature dei sentimenti umani e le ricompone nella storia di Rakhee, per rivelare come sia sempre possibile spezzare le catene del passato e aprirsi con slancio a ciò che il futuro può offrire.

Per i bambini, i propri genitori sono eroi senza macchia. Paladini della Giustizia pronti a donare la propria vita! Così pensava Rakhee di ‘Amma’ e ‘Aba’ (mamma e papà). Però la vita, dura e cruda, non smette mai di farti evolvere e ben preso la bambina sente che c’è qualcosa che non va tra i suoi genitori. La sua mente giovane si convince che ora tocca a lei fare l’eroina e decide che avrebbe salvato l’amore dei suoi genitori.
Un giorno Chitra, sua mamma, le comunica che avrebbero passato un’intera estate in India, solo loro due, Aba sarebbe stato negli Stati Uniti e si sarebbe preso cura di Merlin, il suo cagnolino.
Amma e Aba hanno entrambi origini Indiane mentre Rakhee è nata negli Stati uniti.

La calda e lunga estate in India, cambierà drasticamente la bambina. Conoscerà le origini di sua madre, facendole anche sue. Un’estate di apprendimento tra i petali rossi dell’Albero di Ashoka e i meravigliosi cibi colorati e saporiti dell’India serviti in foglie di banano da mangiare con le mani.
Quell’Estate Rakhee diventerà ‘signorina’ e scoprirà una casa dei sogni nella foresta. Una casa di principessa con un giardino delle sette meraviglie, un candido pavone e una persona inquietante e misteriosa.
Quell’Estate Rakhee diventerà (forse troppo presto) adulta, prendendo la sua decisione con coraggio e determinazione. Ma quando si diventa adulti troppo in fretta il cuore sanguina di più e la propria fanciullezza grida ‘vendetta’.

Molti anni dopo, solo ad un passo dal suo matrimonio Rakhee capisce di doversi fermare e quietare la bambina che è in lei. Solo nel momento che il suo corpo è quello di un adulta può affrontare e sconfiggere i fantasmi del passato e rivedere ‘lei’, colei che l’ha tradita e spezzato l’Anima
Una casa di petali rossi è una storia di amori lacerati, di amori persi ed infine ritrovati.
Ancora adesso mi viene da piangere e voglio tornare in quel giardino senza tempo con quel pavone albino!
Libro 10 e lode!

Annunci

Autore:

Anno '74, secondo il "personology" è l'anno dell'avventura fantasmagorica. Sono una lettrice accanita, special modo da quando posseggo il Kindle, sono anche una frequentatrice assidua dell'immenso bar di Internet. Sono pigra a ciabattara ma fortunatamente longilinea (anzi, vorrei ingrassare), non ho figli ma ho un fidanzato bambino ed un coniglio puffoso per peluche (che ovviamente tratto nel massimo rispetto) Amo fare shopping, ma solo nelle librerie, adoro andare a mangiare fuori. Amo il caldo anche se da quando vivo qui in Sicilia sta diventando troppo.. caldo e che altro dire? Scopritemi attraverso le mie recensioni, no?

Cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...